Camicia di lino: perché indossarla in estate

Fresca, elegante e mai fuori moda. Di cosa stiamo parlando? Della camicia di lino, è ovvio! Questo capo d’abbigliamento è immancabile nel guardaroba di qualsiasi uomo che tenga un minimo al proprio look. Un prodotto di stile che ha conquistato il gusto estetico sia delle generazioni più vecchie e classiche e sia quelle più giovani e alternative, che non riescono a rinunciare alla camicia di lino! Clicca qui e acquista camicie di lino e non solo.

Estate è camicia di lino

Con l’allungarsi dell’estate e l’avvicinarsi della bella stagione, come ogni anno sta tornando in voga il capo maschile che non conosce tempo né moda: la camicia di lino. Si tratta di un vero passe-partout dell’armadio degli uomini, specialmente nelle colorazioni più amate e diffuse: avorio, bianco e azzurro.

La camicia di lino si presenta come un vero e proprio alleato estivo: perché indossare la camicia di lino in estate? Se ve lo state chiedendo, la risposta è chiara e certa. Sebbene la moda offra numerose alternative stagionali, e molti uomini effettivamente guardano con curiosità ai trend attuali primavera/estate 2021, il desiderio di sperimentare nuovi capi non è mai riuscito a surclassare il grande classico dell’estate, ovvero il capo di lino. È difatti un acquisto sicuro nella moda che, sin da tempo immemore, assicura la buona riuscita di un outfit.

La camicia di lino si propone come un capo “simbolo” dell’alta stagione per la moda maschile: è un indumento versatile, estremamente leggero ed elegante in ogni sua versione. 

Camicia di lino: il segreto è nel tessuto 

Questo capo viene apprezzato per le sue caratteristiche intrinseche: il lino.

Una fibra naturale composta al 70 per cento da cellulosa. Questa caratteristica rende il tessuto estremamente traspirante, fresco e delicato. Non solo: il lino è notoriamente un tessuto sobrio, oltre ad essere considerato la fibra tessile più antica che l’uomo abbia realizzato (è stato addirittura ritrovato in alcune preziose tombe dell’antico Egitto!).

L’Italia, patria della moda, è da sempre una grande promotrice della camicia di lino: questo capo d’abbigliamento è costantemente riproposto dalle maison più blasonate del Bel Paese, e viene proposto ciclicamente in varianti più o meno classiche o moderne. Come accennato, la camicia di lino è versatile: può essere indossata a lavoro, per esempio in ufficio abbinata ad un jeans, oppure in vacanza, con un paio di pantaloncini corti colorati. Ultimo, ma non per importanza, il colore chiaro e tenue, ma allo stesso tempo anche naturale, del lino, consente di esaltare l’abbronzatura della pelle: ecco perché la camicia di lino è perfetta per l’estate, poiché riesce a donare sensualità e freschezza all’outfit maschile, senza risultare troppo impegnativa ma nemmeno informale.

Come far dormire i bambini nella loro cameretta

Molti bambini, nonostante abbiano abbondantemente superato i sei anni d’età, non ne vogliono proprio sapere di lasciare il lettone di mamma e papà ed andare a dormire nel lettino della propria cameretta.

Forzare questa situazione potrebbe essere controproducente, soprattutto per i genitori stessi che, ogni sera, dovrebbero costringere o convincere il proprio figlio o la propria figlia ad andare a dormire nella sua cameretta.

Come fare quindi, per ovviare, a questo noioso problema?

Un’idea che si è rivelata vincente, in molti casi, è quella di realizzare la loro cameretta dei sogni.

Da dove partire, quindi, per realizzare la cameretta che ogni bambino o ogni bambina desidera?

La prima cosa da acquistare è la biancheria da letto con i personaggi del cuore o gli idoli dei bambini; sullo shop online Pescatore Home & Living, nella sezione ‘Cartoon’ del sito e-commerce, è possibile trovare tantissima biancheria da letto con tutti i personaggi dei cartoni animati e non solo.

I personaggi perfettamente stampati su lenzuola, trapuntini, copriletto e trapunte invernali, sono gli eroi della Marvel o i più amati e famosi personaggi del mondo dei cartoon della Disney: Minnie, Mickey Mouse, Cars, Winnie the pooh, Frozen, Cenerentola, Biancaneve, Aurora la bella addormentata nel bosco, Belle di La bella e la bestia, insomma tutte le principesse del meraviglioso mondo Disney.

Quando acquisterai la biancheria da letto per la camera da letto di tuo figlio o di tua figlia, non farlo da sola/o ma fatti ‘aiutare’ da loro: coinvolgili nella scelta, così se si sentiranno parte di questa decisione proveranno un senso di responsabilità che gli farà venire più voglia di andare a dormire nella loro camera da letto.

Dopo aver scelto la biancheria da letto, potresti pensare di inserire qualche oggetto che faccia venire più voglia a tuo figlio o a tua figlia di dormire da solo/a.

Ad esempio, hai pensato ad un televisore? Poter guardare i cartoni animati o il film preferiti dai bambini, li farà sentire ‘più grandi’, proprio perché guardare la televisione da soli per i bambini è una cosa ‘da grandi’ e gli farà venire più voglia di stare nella propria stanzetta. Ovviamente, non bisogna lasciare il telecomando ai bambini ma si può utilizzare un ‘trucchetto’: far scegliere al proprio figlio o alla propria figlia il programma o il cartone animato che vuole guardare e, poi, impostare un timer (di cui i televisori recenti sono dotati), così che potrà guardare la televisione ma fino all’ora stabilita da te, in modo tale che appena la televisione si spegnerà sarà costretto/a a dormire.

Inoltre, è fondamentale ritagliare una zona ‘gioco’ all’interno della camera da letto così che tuo figlio o tua figlia potrà giocare al suo interno ogni volta che vorrà, senza doversi spostare nel soggiorno o nella cucina che non sono ambienti adatti e, spesso, non sono a prova di bambino.

In fondo, non è difficile convincere tuo figlio o tua figlia ad andare a dormire nella propria stanzetta: basta un po’ di fantasia e dotarsi di un bel po’ di pazienza.

Come lavare i piatti nel lavello

Lavare molto bene i piatti e le stoviglie in cui si mangia è fondamentale.

Se i piatti, le pentole, le posate e tutto quello che utilizziamo per mangiare non è ben pulito non solo è un po’ schifoso ma è, soprattutto, molto poco igienico.

Ma se non si ha la lavastoviglie in casa, come si possono lavare bene tutte le stoviglie? E, soprattutto, lo si può fare senza sprecare molta acqua e senza sporcare tutta la cucina, con gli schizzi dell’acqua che vanno qua e di là?

Si, è assolutamente possibile.

Per prima cosa, devi munirti del rubinetto adatto.

Devi sapere che non tutti i rubinetti sono performanti allo stesso modo, quindi per lavare a dovere le tue stoviglie di consigliamo un rubinetto con doccia estraibile. Visita lo shop online Idroclic, dove potrai scegliere tra tante tipologie di rubinetti a prezzi molto convenienti.

Perché un rubinetto con doccia estraibile e non un altro tipo di rubinetto?

Ovviamente, ognuno può scegliere il rubinetto che preferisce ma i rubinetti con doccia estraibile sono estremamente maneggevoli, permettono qualunque movimento, proprio perché il rubinetto può essere staccato.

Nelle cucine più professionali, infatti, vengono sempre utilizzati i rubinetti con doccia estraibile; se segui molti chef famosi e conosciuti, saprai bene che nella loro cucina o nella cucina dei loro ristoranti o dei ristoranti in cui lavorano, ci sono sempre e solo rubinetti con doccia estraibile.

Ovviamente, gli chef non si dedicano di certo al lavaggio delle stoviglie ma utilizzano questo tipo di rubinetti quando devono lavare del cibo da cucinare, proprio perché i rubinetti con doccia estraibile sono estremamente maneggevoli.

Infatti, quando si utilizza un rubinetto con doccia estraibile si può lavare ed igienizzare, con estrema facilità, sia la frutta che la verdura.

Ma non divaghiamo, ritorniamo al nostro argomento principale; cioè il lavaggio delle stoviglie nel lavello con il rubinetto dotato di doccia estraibile.

Per non sprecare molta acqua bisogna procedere in questo modo: dai piatti, le pentole e le padelle devono essere rimossi tutti i residui di cibo, altrimenti il lavaggio diventa difficile.

Una volta tolto il cibo da piatti e pentole, bisogna riempire il lavello con acqua tiepida ed una goccia di detersivo; all’interno inserire tutte le stoviglie e farle stare in ammollo almeno per un quarto d’ora.

Dopo svuotare il lavello e insaponare ogni singola stoviglia, senza utilizzare troppo detersivo altrimenti per toglierlo via si dovrà utilizzare molta molta acqua.

Quindi, dopo aver pulito tramite spugnetta e sapone le stoviglie, procedere al risciacquo con acqua tiepida, ma senza farne scorrere in eccesso.

Tolto il sapone dalle stoviglie, metterle ad asciugare, ma non utilizzare uno strofinaccio, falle asciugare nello scolapiatti.

Mi raccomando, ogni volta che lavi le stoviglie a mano utilizza i guanti; sia perché è più igienico e sia perché i saponi rovinano la pelle, quindi è meglio proteggere le tue mani.

I mini computer

A causa, o forse grazie, alla pandemia causata dalla diffusione del Corona Virus, o Covid 19, in tutto il mondo si sono ‘scoperti’ i vantaggi dello smart working.

Lo smart working, cioè il lavoro agile, ti permette di svolgere la tua professione anche da casa.

Come? Basta avere un personal computer, magari un mini computer come quelli venduti sullo shop online di Haxteel.eu, ed una connessione internet.

Ovviamente, lo smart working non è possibile per tutti i tipi di professioni ma, solamente, per chi svolge un lavoro d’ufficio utilizzando un personal computer.

Ad esempio, una commessa o un operaio non possono fare smart working, nel loro caso sarebbe impossibile perché la loro professione, per poter essere svolta, necessita della presenza sul luogo di lavoro.

Al contrario, chi lavora in un ufficio come quelli, per esempio, del comune può lavorare anche da casa; però, coloro che, sempre nell’ufficio del comune, lavorano agli sportelli ed hanno un contatto diretto con il pubblico devono necessariamente lavorare in presenza, cioè recandosi sul posto di lavoro.

Lo smart working, quindi, è possibile solo per alcune professioni, non per tutte!

Durante il lock down e anche durante i vari periodi di ‘zona rossa’ in molte regioni d’Italia, anche le scuole sono state chiuse ed è stata fatta Didattica a distanza (cioè la DAD). Ovviamente, anche per poter seguire le lezioni in DAD gli studenti avevano bisogno di una connessione ad internet e di un personal computer, così come i docenti.

Purtroppo, si è scoperto che molte famiglie, in Italia, non hanno ancora una connessione internet a casa e neppure un personal computer.

In Italia, infatti, rispetto a molti altri paesi siamo indietro per quel che riguarda le tecnologie. Ci sono tante persone giovani, dai 15 ai 40 anni, che non sanno utilizzare un personal computer e questo non va affatto bene.

Imparare ad utilizzare un pc è necessario, non solo perché è uno strumento estremamente utile per coloro che studiano, ma è indispensabile saperlo utilizzare anche per chi lavora o è in cerca di lavoro.

Ormai, qualunque tipo di professione prevede l’utilizzo di strumenti informatici, non se ne può fare a meno neppure se si lavora all’interno di un negozio dove i prodotti vengono catalogati tramite l’utilizzo di un gestionale.

Molti pensano che basti saper utilizzare uno smartphone, ma non è assolutamente così.

Probabilmente, in Italia si dovrebbero modificare i programmi di scuola ed inserire delle ore di studio dedicate all’utilizzo del pc, sia per creare dei documenti che per imparare ad utilizzare l’e-mail, il motore di ricerca e tutto ciò che di utile ed importante offre il web.

Nel frattempo, bisogna fare da sé e il miglior modo per farlo è acquistare un mini pc sullo shop online di Haxteel.

Google e le tecnologie sbagliate

Quando si pensa ad un grande colosso quale Google è difficile pensa alle sconfitte e fallimenti. Google è una delle aziende più importanti nel mondo digitale, quando pensiamo all’universo di Internet sembra difficile oggi pensare che possa esistere senza la realtà Google.

Si tratta di un’azienda immensa e di grandissima importanza che negli anni ha affiancato alle sue tante vittorie e successi anche una buona dose di fallimenti. Sono tanti i software e hardware che ha sviluppato e che sono diventati leader nel loro settore di riferimento, ma non tutto ciò che Google ha lanciato sul mercato ha avuto successo molte sono state le sconfitte, tali software e harware sono insallati su pc per visualizzarne alcuni visita il sito www.pcassemblati.eu. Google è sicuramente presente nelle nostre vite attraverso il motore di ricerca, attraverso la sua potente e-mail Gmail, con la sua incontrastata piattaforma video YouTube, e i suoi errori? Forse molti non li ricordano, molti altri neanche li conoscono, allora facciamo un ripasso. 

Ecco una lista di invenzioni fallimentari lanciate da Google:

Google Plus

Google+ è l’esempio lampante che neanche i fondatori di Google sono infallibili, forse potrebbe essere considerato il loro errore più grande, si parla di un prodotto che non ha raggiunto mai completamente il successo e che è stato chiuso definitivamente dopo la scoperta di un errore nel software che ha messo a rischio i dati di 500 mila utenti. Alcuni dati che si riferiscono al 2015 dicono che in un anno solo solo un utente su dieci ha postato qualcosa e condivide e interagisce tramite google Plus. Tutto questo ha fatto sì che questa piattaforma meritasse a pieno titolo l’appellativo di città fantasma. Nato nel 2011 Google ha continuato ad aggiornare “Plus” fino al 2018, eppure già alla fine del 2014 era chiaro già il suo fallimento. Negli anni nel tentativo vano di rianimare questa invenzione si sono succeduti una serie di errori che hanno portato poi nell’ottobre 2018, dopo un problema di privacy, ad annunciato la sua chiusura effettiva avvenuta nell’agosto 2019. 

Google Glass

Google Glass fu presentato al congresso degli sviluppatori di Google nel 2012. Si trattava di un’idea molto futuristica, un paio di occhiali che sembravano venire dal futuri: permettevano di avere tutte le informazioni mobili negli occhiali senza dover toccare il telefono. Il  problema era che si potevano scattare foto e registrare senza che nessuno se ne accorgesse, cosa che ha fatto allarmare tutti quelli preoccupati per la privacy. Inoltre altro problema per la sua diffusione era il suo proibitivo prezzo, si parla di 1.550 dollari. Così nel 2015 tutto è stato annullato, anche se nell’estate del 2018 Google ha lanciato una versione molto simile solo per le aziende, ma con alcune limitazioni.

Google Wave

Lanciata per un piccolo gruppo di utenti alla fine del 2009, permetteva di creare documenti e facilitare il lavoro in squadra.

Google Wave era una piattaforma che aspirava ad essere un social network, una piattaforma di protocollo per la comunicazione pensato per riunire e-mail, messaggistica istantanea e social network.

Anche se l’idea sarebbe potuta essere vincente il suo uso era così confuso che gli utenti l’ abbandonarono presto. La società chiuso definitivamente il servizio alla fine del 2011, facendolo rientrando di diritto nella lista degli errori più noti di Google.

Una curiosità: il nome di questo servizio era ispirato alla serie televisiva ‘Firefly’ dove il nome Wave indica una comunicazione elettronica: una chiamata o anche un messaggio video.

 Nexus Q

Altro errore di Google lanciato nel 2012, si trattava di un riproduttore musicale, a forma sferica, che era collegato a dispositivi Android per inviare film o musica agli altoparlanti o ai televisori. Era quindi compatibile con Google Play Music, YouTube e Google Play Movies ma non era possibile connettersi a Netflix, Spotify o qualsiasi altro servizio. Inoltre, sebbene prodotto negli Stati Uniti, il suo prezzo di vendita era astronomico, ovvero circa 300 dollari, il che lo rendeva eccessivamente costoso per il mercato. La società lo rimosse rapidamente dal mercato, rimanendo solo un’idea.

Decorazioni natalizie idee e novità

Gli addobbi natalizi hanno sempre un certo fascino, e anche se i colori tradizionali, come il rosso e il verde, restano sempre in voga, è possibile alternare e ricorrere a colori stravaganti e fuori dal comune, come ad esempio il viola, il celeste e il fucsia.
Per l’albero di Natale è sempre consigliabile usare un unico colore, per evitare di creare un mix confusionario e poco estetico (in passato si usava invece decorare l’albero con diversi colori, alternando il rosso, il blu, il giallo e così via).
In alternativa ad un albero a tinta unica si possono usare decorazioni di due colori, l’importante che siano perfettamente abbinati tra di loro (ad esempio il bianco e l’argento, il blu e l’oro).

Un Natale decorato in modo stravagante

Per gli amanti degli stili stravaganti è inoltre possibile prendere spunto da tendenze straniere, che quest’anno anche in Italia sono molto in voga, come ad esempio lo stile giapponese e lo stile folk.
Lo stile giapponese, in particolare, comporta l’uso di lanterne e candeline sottili, con catene di strass colorate per impreziosire i mobili in legno scuro; mentre lo stile folk dà luogo ad uno stravagante mix di colori, tessuti e motivi etnici.
Lo stile folk unisce in genere colori brillanti come il rosso, il blu petrolio e il giallo senape; per decorare casa adottando questo stile si possono usare dunque elementi di arredo come candelabri, vasi etnici, tovaglie in stile folk (decorate con vari colori), matriosche e statuine di color senape e blu petrolio.

Un colore natalizio intramontabile: il color oro

Grazie alla sua versatilità, il color oro è facilmente abbinabile a tutti gli stili decorativi, e può essere facilmente accostato a tutti i colori del Natale (anche se l’abbinamento più elegante è rappresentato dal connubio oro e blu, oro e rosso, oro e bianco).
Ma se in passato per decorare gli alberi di Natale venivano usati i capelli d’angelo e i fili decorativi, oggi vanno invece molto in voga i nastri di tessuto, colorati e di velluto.
La stessa cosa vale per le luci dell’albero, se fino agli anni ’90 andavano in voga le luci multicolor, oggi sono maggiormente predilette quelle ad unica tinta, soprattutto se dello stesso colore delle palline e degli altri accessori decorativi natalizi.

Apprendimenti e approfondimenti sul calcio Napoli

La situazione per il Napoli non è di certo rosa e fiori, non solo la squadra è stata eliminata dal Liverpool in Champions League, per approfondimenti sul calcio Napoli clicca qui, ma sono anche tantissimi i rumors e i giocatori sotto osservazione da parte di club importanti. Solo pochi giorni fa, Il Chelsea di Mourinho si faceva avanti con un’offerta da 100 milioni per Koulibaly, blindato dalla società partenopea e dichiarato incedibile. La speranza che Zielinski rinnovi fino al 2023 è ormai un sogno divenuto realtà, si stanno discutendo gli ultimi dettagli sul contratto ma sono presenti numerose squadre che vogliono assolutamente il centrocampista polacco.

Le indiscrezioni danno vicini al club azzurro Luperto, un occhio è invece rivolto a David Luiz, ormai svincolato dal Chelsea. Molto importanti per gli innesti di gennaio sono Chiesa e Biraghi, ma come il Napoli, anche l’Atletico Madrid ha pensato a questi due giocatori: l’offerta pare sia di 85 milioni. In Francia il Marsiglia ha messo gli occhi su Milik, e sempre dal fronte francese, Cavani è pronto a fare le valige da Parigi, ma con gli azzurri ci sono anche alttre big, pronte a sborsare per El Matador: si tratta del Chelsea Sarri e dell’Atletico Madrid di Simeone.

Ma le ultime notizie sono positive per il club partenopeo, infatti le indiscrezioni rivelano che si sta lavorando sul fronte Cavani – Benzema – Morata. Il giro che si sta delineando è Cavani all’Atletico Madrid, Benzema al PSG, Morata al Barcellona e Icardi al Real Madrid. Il vantaggio è che le trattative dovrebbero concludersi in estate, il rischio è che gli Azzurri si vedano sfumare top player del calibro di Cavani o Morata, pedine essenziali per proseguire il campionato e la lotta in Europa League a gran voce, dicendo la propria. 

Con un po’ di intraprendenza da parte di Aurelio De Laurentis, il Napoli potrebbe insinuarsi in trattative importanti e magari spuntarla. Acquistare un calciatore di livello e imporsi sia in Italia che all’estero, sarebbe come mettere la ciliegina sulla torta al lavoro fatto da Mr. Sarri negli ultimi anni e soprattutto alla rinascita del club, fortemente voluto sin dal 2004 da Aurelio De Laurentis. Ma soprattutto il Napoli deve fare attenzione a non perdere pedine preziose durante il cammino della stagione 2018/2019, questo potrebbe minare l’equilibrio del club e rovinare quanto di buono fatto finora.

Maestri Cotonieri biancheria per la casa

Maestri Cotonieri è il brand italiano produttore di biancheria, corredi ed articoli tessili per la casa. Unico nello stile, i prodotti di questo marchio si contraddistinguono per la qualità che incontra l’eleganza e la sapiente lavorazione dei filati. Maestri Cotonieri è il marchio che offre collezioni esclusive dedicate a tutti coloro che sanno bene quanto i tessili rappresentino i veri dettagli di stile all’interno di una casa.

E’ attraverso questa attenzione, concentrata su design e qualità, che è possibile portare uno stile unico nei vostri ambienti, a partire dalla tavola da pranzo dove eleganti tovaglie rotonde, quadrate e rettangolari vestono una tavola che non vuole passare inosservata. Stampe floreali o pattern classici decorano i tessuti 100% cotone, pronti a resistere negli anni in tutta la loro bellezza.
Disponibili in varie misure e colorazioni queste tovaglie sono dedicate a tutti coloro che amano una mise en place unica, a partire dalla tovaglia.
Perfette per la cucina o per la sala da pranzo anche i cuscini coprisedia firmati Maestri Cotonieri, dall’imbottitura soffice e dai dettagli importanti, questi articoli donano carattere e stile alla vostra cucina o al vostro soggiorno.

Per un bagno altrettanto unico e attento ai dettagli gli asciugamani, gli accappatoi e le lavette di Maestri Cotonieri accontenteranno tutti i gusti e le esigenze.
Sempre senza trascurare mai l’importanza del design, gli articoli tessili da bagno sono realizzati in spugne e microspugne 100% cotone di altissima qualità. Maestri Cotonieri realizza articoli unici come accappatoi morbidissimi e set di asciugamani dalle svariate decorazioni e lavorazioni come quelle a “nido d’ape”, soffici ed altamente assorbenti così come lo sono anche i set di lavette, perfette da portare in valigia durante i propri viaggi.

Per completare in bellezza l’arredamento tessile della vostra casa non potrete fare a meno dei corredi da letto proposti da Maestri Cotonieri. Qui l’esperienza del “Made in Italy” incontra la bellezza di meravigliose parure di lenzuola, da abbinare ai bellissimi copriletto e piumini, creati per combinazioni sofisticate e di classe.
Disponibili in varie colorazioni e fantasie i tessili dedicati alla camera da letto di Maestri Cotonieri propongono attraverso le loro collezioni uno studio di palette perfette da abbinare all’arredamento e allo stile di ogni casa.

Tutti i prodotti realizzati da Maestri Cotonieri sono studiati per offrire ai propri clienti il miglior prodotto possibile presente sul mercato. La qualità, il design e lo stile unico incontrano la competitività in termini di prezzo, il tutto sempre esclusivamente 100% cotone e 100% Made in Italy.

Arreda la tua casa con le proposte di Cattelan

Le incredibili proposte di Cattelan Italia

Arredare con gusto la propria casa significa scegliere i pezzi perfetti per integrarsi nel design degli ambienti ma anche optare per prodotti di elevata qualità e di grande raffinatezza come quelli offerti da Cattelan Italia, un’azienda che ha investito nell’inestimabile valore del made in Italy. Ciò che contraddistingue la produzione è l’attenzione data alla realizzazione di un arredo moderno improntato su concezioni stilistiche all’avanguardia, adatte quindi all’arredamento di oggi e del domani.

Le consolle: un arredo utile per valorizzare le pareti

Elementi semplici e lineari, le consolle sono un ottimo modo per ravvivare gli spazi inutilizzati all’interno di una stanza come il salotto o l’ingresso, per saperne di più clicca qui. Perfette come ripiano per lampade, decorazioni o fiori recisi, conferiscono una personalità intrigante all’ambiente in cui vengono collocate dimostrando anche una importante funzionalità. Le dimensioni contenute e la possibilità di essere installate a ridosso di qualsiasi parete le rendono perfette per sistemare il telefono di casa, le agende oppure semplicemente per poggiare le chiavi dell’automobile quando si rientra da lavoro.

Le sedute, un incontro tra comodità e design

Incredibile è la varietà che Cattelan Italia possa offrire circa le sedute che possono essere installate in cucina, in salotto o nell’ufficio. Le sedie sono caratterizzate da un design curato e moderno con delle valorizzazioni di stili retrò in chiave contemporanea. Un valore aggiunto sono quelle dotate di braccioli, degli elementi che possono migliorare notevolmente la comodità incidendo positivamente sul design. A questi prodotti è possibile abbinare anche interessanti proposte tra i tavoli a disposizione. Per quanto riguarda le sedute per le aree relax o per il salotto, è possibile scegliere anche delle poltroncine di ottima fattura per un tocco più sofisticato. Altrettanto intriganti sono gli sgabelli, un arredo ideale per l’angolo bar o per una cucina dotata di penisola dove consumare i pasti in modo familiare.

Arredamento elegante anche per l’ufficio

Le offerte contenute nei cataloghi sono indicate anche per gli ambienti come gli uffici. Le scrivanie rappresentano il punto focale di questa tipologia di stanze e, grazie al design curato e all’attenta scelta dei materiali, è possibile arredarle al meglio. I contrasti geometrici e l’abbinamento tra elementi come il legno, il metallo e il vetro hanno determinato la creazione di prodotti dotati di modernità e di una grande perfezione anche nei più piccoli particolari.

Matador pettini professionali

Il marchio tedesco Matador è tra i più noti per la produzione di pettini professionali, che si distinguono per la fattura pregiata, la maneggevolezza e i materiali duraturi. Sono costituiti, infatti, al 100% da ebanite che non sfibra il capello e se ne prende cura. Questo materiale non reagisce ai prodotti chimici applicati sui capelli. Ecco alcuni dei modelli del brand che fanno la differenza per i parrucchieri professionisti.

Pettine Matador modello 2660
Ogni pettine Matador viene realizzato rigorosamente a mano e ogni modello numerato. Si tratta di un pettine molto maneggevole ed elastico, grazie a un materiale come l’ebanite. Si presenta con una scanalatura che favorisce un’impugnatura ferma, diviso a metà con denti sia larghi che stretti e le punte arrotondate, per non danneggiare in alcun modo il cuoio capelluto.

Pettine Matador modello 2691
Il modello 2691 è composto da una sola serie di denti della lunghezza di circa 3,5 cm tendenzialmente larghi. È il classico pettine utile a districare i nodi dei capelli lunghi senza provocare fastidi. Ha un’impugnatura larga, comoda per una presa ferma e, anche in questo caso, le punte non graffiano la pelle.

Pettine Matador modello 386
Il modello 386 è composto da una parte in ebanite e una in metallo, che rappresenta l’impugnatura, con un’estremità a punta. Oltre a pettinare i capelli con la massima delicatezza, grazie i suoi denti segati di 2 lunghezze diverse i quali permettono di dividere con la massima precisione le ciocche. Per un’acconciatura particolare si può utilizzare anche il manico in metallo, che aiuta nel realizzare lavori di eccellente livello estetico.

Pettine Matador modello 2206
È uno dei pettini di maggiori dimensioni prodotte da Matador, utile per trattare capigliature molto folte e per districarne i nodi. I denti sono divisi tradizionalmente con 2 larghezze, così da facilitare il lavoro del parrucchiere anche per raggruppare le ciocche e la quantità di capelli durante qualsiasi tipo taglio.
Le rifiniture sono in ebanite lucida, di grande eleganza.

Pettine Matador modello 391
Il modello 391 è molto simile nelle fattezze al 386, in quanto metà del pettine è composta dal manico, che in questo caso è anch’esso in ebanite molto sottile, e l’altra dai denti.
Questi ultimi sono tutti della stessa lunghezza, è molto leggero per movimenti veloci e decisi e si può facilmente riporre in appositi supporti grazie alla sottigliezza del manico. Anche questo pettine si candida per le acconciature molto elaborate, stile impero.